English Version
Home Roster Artisti in Tour E-Shop Eventi Discografia Video News Contatti
News
 



Condividi su Facebook D&D Concerti - Facebook

2020
2012
2010
2008


Nuovo Libro Di Cioccio/Bertoncelli
27-08-2008
Foto

Franz Di Cioccio-Riccardo Bertoncelli

SULLE CORDE DI LUCIO

Un giornalista dalla penna tagliente e un musicista di lungo corso si incontrano e decidono di porsi sulle tracce del cantautore più cantato d'Italia. Conversano a lungo analizzando la ricca storia di Battisti e la scena intorno a lui, e scoprono che tanto è stato detto ma molti particolari sono ancora da svelare. Diventano detective e chiamano testimoni importanti per la loro indagine: Roby Matano, Pietruccio Montalbetti, Valter Patergnani, Mara Maionchi, Alessandro Colombini, Alberto Radius, Cesare Monti, Marva Jane Marrow, amici e collaboratori di Battisti lungo gli anni che generosamente offrono aneddoti, ricordi, impressioni ''sulle corde di Lucio''. Un ritratto umano e musicale inedito, arricchito dalle cronache sonore firmate da Franz Di Cioccio, il batterista di tante fantastiche canzoni di Battisti: piccoli memo clip da leggere per scoprire come sono nate in studio Mi ritorni in mente, Emozioni o La canzone del sole. Un libro da leggere con la musica di sottofondo, anzi, con i watt in bella evidenza - ''play it loud''. Buona lettura/ascolto.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Lucio Battisti ha segnato come nessun altro la canzone italiana degli ultimi cinquant'anni. Se Domenico Modugno ha fatto il primo passo, ai tempi di Volare, è stato con Battisti e le sue canzoni che la canzone italiana è diventata veramente grande e moderna. Lennon e McCartney rinnovarono i modelli del pop internazionale negli anni 60; Battisti e Mogol hanno fatto qualcosa di simile in Italia in un arco di tempo anche più lungo, risultando fondamentali per la scena italiana come e più dei Beatles.

Nell'estate 2008 ricorrono i 10 anni della morte di Battisti, un anniversario importante da ricordare. Dopo Lucio Battisti - Due ragazzi attraversano l'estate di Francesco Marchetti (Sperling & Kupfer), scende in campo anche Riccardo Bertoncelli, giornalista musicale di lungo corso che assieme a Franz di Cioccio (batterista-cantante della PFM e storico collaboratore di Battisti) ha compiuto una ricerca tra i musicisti che hanno collaborato con lui e una serie di approfondimenti con gli amici più intimi; un'indagine per ricostruire e rivelare un profilo ricco di sfumature e di aneddoti sull'artista e sull'uomo. Il risultato di questa ricerca si intitola Sulle corde di Lucio, appena pubblicato da Giunti.

Di Cioccio ha suonato in numerosi classici di Battisti - da Mi ritorni in mente a Emozioni, da Acqua azzurra acqua chiara a La canzone del sole - e nel libro si profonde in vibranti ricordi che illuminano non soltanto la figura di Battisti giovane e negli anni d'oro, ma tutta la scena della canzone italiana di quei giorni. La spina dorsale del volume è costituita da una lunga conversazione tra i due autori, che prendono in esame i vari aspetti della poetica battistiana, dagli ingenui esordi al primo successo, dalla fondazione della casa discografica Numero Uno all'enigmatico periodo finale con i testi scritti non più da Mogol ma da Pasquale Panella.

Fra i testimoni ascoltati dagli autori, Pietruccio dei Dik Dik e Roby Matano dei Campioni, i primi a credere in lui, il fotografo Cesare Monti e il tecnico del suono Valter Patergnani, il produttore discografico Alessandro Colombini e il più famoso chitarrista battistiano, Alberto Radius, oltre alla cantante Marva Jane Marrow e a Mara Maionchi, che ben prima di essere la superstar tv di X Factor lavorò come ufficio stampa agli esordi della Numero Uno.
GIUNTI EDITORE Collana Bizzarre





Torna a Elenco News dell'Anno 2008
Powered by MidWeb S.r.l.